There was an error in this gadget

Friday, 30 March 2012


Mi guardo intorno


Al risveglio ci si aspetta il collasso.
In genere mi guardo intorno,
forse per questo
la mia nuca ha una forza che non è pari al mio corpo.
La cosa sorprendente è
che non mi aspetto proiettili sibilanti
dalle traverse vuote
nemmeno forbici
(un modo silenzioso di assassinare)
ma invece una consapevolezza accelerata
di occhi che a stento conosco
ma forti abbastanza per fare ciò che va fatto.

Translated by Antonella Berni
(Da Un corridoio buio va bene per imparare a ballare, 1995)